Io odio la gente che si prende sul serio
e lo dico seriamente
odio la guerra ma amo Sante Caserio
che pugnala il presidente
odio il vino nel bicchiere di plastica
odio le scarpe da ginnastica
odio il rap e la musica noise
odio i nazisti dell’Illinois

mia suocera ha scritto una lettera ai Corinzi
per dire “vecchi miei qui non va bene niente
ho un genero sbroccato che vuol fare il cantante
non porta i figli a messa e mi paga coi silenzi
io chiedo al titolare che mandi giù un aiuto
il buon Paolo di Tarso oppure un sostituto
che possa raddrizzare la mesta situazione
che possa far tornare la giusta inquisizione”

io odio la gente che si prende sul serio
e lo dico seriamente
odio la guerra ma amo Sante Caserio
che pugnala il presidente
odio il vino nel bicchiere di plastica
odio le scarpe da ginnastica
odio il rap e la musica noise
odio i nazisti dell’Illinois

l’uccello cacatua della dirimpettaia
mi guarda con sospetto mentre meno il can per l’aia
in via delle palanche mi scansan le signore
che ondeggiano le anche davanti al confessore
non ho giacche plissettate col colletto di lapin
ma ho le acciughe marinate e i notturni di Chopin
beati siano i poveri e beati anche i piccioni
perché di essi è il regno dei cieli e dei cornicioni

io odio la gente che si prende sul serio
e lo dico seriamente
odio la guerra ma amo Sante Caserio
che pugnala il presidente
odio il vino nel bicchiere di plastica
odio le scarpe da ginnastica
odio il rap e la musica noise
odio i nazisti dell’Illinois

 

Acquista Il blues dell’odio su  itunes-logo1